È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

2
ORGANIZZAZIONE DEL CANTONE

2.5.4

Ordinamento del personale

2.5.4.1.7
A A A

Versione dell'atto normativo
non in vigore

 

Regolamento concernente l’assegnazione e l’uso di appartamenti di servizio nell’amministrazione cantonale

(del 15 ottobre 2003)

IL CONSIGLIO DI STATO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

richiamato l’art. 74 della Legge sull’ordinamento degli impiegati dello Stato e dei docenti del 15 marzo 1995,

decreta:

    • Campo d’applicazione

      Art. 1 1Il presente regolamento disciplina l’assegnazione e l’uso degli appartamenti di servizio, in proprietà dello Stato o in locazione da terzi per le esigenze dei dipendenti dello Stato.
    • 2Per appartamenti di servizio si intendono gli alloggi assegnati a dipendenti con mansioni di controllo di stabili di proprietà dello Stato.
    • Condizioni d’uso

      Art. 2 1La concessione dell’appartamento di servizio è regolata da un contratto di diritto amministrativo ed è vincolata al rapporto d’impiego.
    • 2È proibito locare o concedere l’uso di un appartamento di servizio ad altre persone.
    • 3L’obbligo di residenza nell’appartamento di servizio è menzionato nel bando di concorso ed è considerato dovere di servizio.
    • Cessazione del contratto di diritto amministrativo

      Art. 3 1Il contratto di diritto amministrativo decade con la cessazione del rapporto d’impiego con lo Stato.
    • 2Per giustificati motivi lo Stato può in ogni tempo recedere dal contratto.
    • Canone di locazione

      Art. 4 1Per gli appartamenti di servizio è dovuto un canone di locazione corrispondente alle condizioni di mercato locali.
    • 2Per giustificati motivi il canone di locazione può essere ridotto.
    • 3I canoni di locazione sono stabiliti dalla Sezione della logistica.
    • 4Sono a carico del beneficiario dell’appartamento di servizio:
    • - le spese accessorie (riscaldamento, energia elettrica padronale, acqua potabile e tassa canalizzazioni, abbonamenti di manutenzione ecc.);
    • - l’energia elettrica e il gas (consumo proprio);
    • - il canone radio-TV, l’abbonamento e le spese per uso proprio del telefono;
    • - la tassa rifiuti.
    • 5Il canone di locazione e le spese sono dedotti dallo stipendio.
    • Competenze

      Art. 5 1La Sezione della logistica è competente per l’applicazione del presente regolamento, segnatamente per la definizione delle condizioni d’uso e la gestione degli appartamenti di servizio.
    • 2Per giustificati motivi la Sezione della logistica può eccezionalmente delegare le sue competenze ad altre unità amministrative.
    • Responsabilità

      Art. 6 L’assicurazione, del contenuto dell’appartamento non di proprietà dello Stato, contro i danni dall’incendio, acqua e furto nonché l’assicurazione RC competono al beneficiario dell’appartamento.
    • Ricorsi

      Art. 7 Contro le decisioni dell’istanza competente di cui all’art. 5 è dato ricorso al Consiglio di Stato secondo le norme previste dalla Legge di procedura per le cause amministrative.
    • Norma transitoria

      Art. 8 I diritti degli assegnatari di appartamenti di servizio, maturati in applicazione della normativa previgente, restano acquisiti.
    • Entrata in vigore

      Art. 9 Il presente regolamento viene pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi ed entra immediatamente in vigore.[1]

    Pubblicato nel BU 2003, 278.