È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

2
ORGANIZZAZIONE DEL CANTONE

2.1.2

Finanze, contabilità, perequazione finanziaria

2.1.2.4.4
A A A

Decreto legislativo concernente la partecipazione finanziaria dei Comuni al finanziamento dei compiti cantonali[1]

(del 29 gennaio 2014)

IL GRAN CONSIGLIO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

– visto il messaggio 15 ottobre 2013 n. 6860 del Consiglio di Stato,
– visto il rapporto di maggioranza 14 gennaio 2014 n. 6860 R1 della Commissione della gestione e delle finanze,

decreta:

    • Partecipazione finanziaria comunale

      Art. 1[2] La partecipazione dei comuni al finanziamento dei compiti cantonali è definita in base ad una modalità di ripartizione che considera sia la popolazione residente permanente sia il gettito di imposta cantonale, ponderati entrambi nella misura del 50%.
    • Importo e periodo

      Art. 2[3] 1La partecipazione comunale di cui all’art. 1 è di 38,13 milioni di franchi annui per l’insieme dei comuni.
    • 2Essa resta in vigore fino al momento in cui saranno ridefiniti i compiti e i flussi finanziari tra Cantone e comuni secondo la riforma denominata «Ticino 2020».
    • Art. 3 Trascorsi i termini per l’esercizio del diritto di referendum, il presente decreto legislativo è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi ed entra immediatamente in vigore.[4]

    Pubblicato nel BU 2014, 161.