È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

1
NORME GENERALI

1.2.4

Movimento della popolazione e controllo attività economiche

1.2.4.1.2
A A A

Regolamento concernente il controllo delle attività economiche

(del 28 agosto 2001)

IL CONSIGLIO DI STATO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

richiamati gli articoli 106 lett. e) della legge organica comunale del 10 marzo 1987 e 63 dell’Ordinanza federale sul registro di commercio del 7 giugno 1937;

decreta:

    • Autorità competente

      Art. 1 1Ogni Comune tiene il controllo delle attività economiche esercitate nel territorio comunale.
    • 2Esso può affidare il controllo delle attività economiche all’Ufficio controllo abitanti o ad un altro ufficio, alla condizione che venga rispettato il presente regolamento.
    • Autorità di vigilanza

      Art. 2 1L’Ufficio di statistica (Ustat) esercita la vigilanza in materia di controllo delle attività economiche.
    • 2Esso emana le necessarie direttive di applicazione al presente regolamento.
    • Scopo

      Art. 3 1Il controllo ha per scopo l’accertamento dei dati delle attività economiche che hanno la sede, la succursale, uno stabilimento o un recapito nel Comune.
    • 2I dati raccolti sono messi a disposizione dell’Ustat per l’aggiornamento della banca del Registro delle imprese e degli stabilimenti.
    • 3Il Comune comunica all’Ufficio del registro di commercio le nuove attività economiche sorte nonché le modificazioni avvenute, segnatamente i trasferimenti e le cessazioni.
    • Attività economiche;
      definizione

      Art. 4 Per attività economiche si intendono:
    • a) le ditte individuali;
    • b) le società in nome collettivo;
    • c) le società in accomandita;
    • d) le società anonime;
    • e) le società in accomandita per azioni;
    • f) le società a garanzia limitata;
    • g) le società cooperative;
    • ai sensi del Codice delle obbligazioni, nonché ogni altra attività economica indipendente, diretta a conseguire un guadagno o svolta dietro remunerazione.
    • Registrazione;
      catalogo dei dati

      Art. 5 1Per le attività economiche la registrazione deve contenere i seguenti dati:
    • - eventuale ragione sociale;
    • - scopo;
    • - sede o recapito;
    • - numero d’identificazione dell’edificio, dell’abitazione o del locale occupato;
    • - cognome e nome del titolare, dei soci o dell’amministratore/degli amministratori;
    • - data dell’inizio dell’attività economica;
    • - data della cessazione dell’attività economica.
    • 2Il Comune tiene i dati sotto forma di schede delle attività economiche.
    • Notifica
      I. Personale

      Art. 6 1L’inizio dell’attività economica dev’essere notificato personalmente all’Ufficio competente entro 8 giorni dal titolare, da un socio, dall’amministratore o da un rappresentante.
    • 2Chi è tenuto all’obbligo di notifica e non vi adempie sottostà alla procedura di contravvenzione di cui all’art. 145 LOC. Il Municipio provvede inoltre d’ufficio alla registrazione se ne ritiene dati i presupposti e se, entro il termine fissato, l’interessato non ha fatto la notifica personale.
    • II. Del locatore

      Art. 7 1Ogni locatore deve notificare all’ufficio competente, con l’apposito modulo, l’insediamento di un’attività economica nello stabile da lui dato in locazione entro 8 giorni dall’entrata in vigore del contratto o dalla data effettiva dell’occupazione in mancanza di contratto.
    • 2Chi mette a disposizione il proprio indirizzo quale recapito di attività economiche sottostà alla medesima notifica, entro 8 giorni.
    • III. Documenti

      Art. 8 1La notifica personale di inizio di un’attività economica deve essere corredata da tutti i documenti necessari per allestire il catalogo dei dati ai sensi dell’art. 5.
    • 2Per le attività economiche esercitate nella forma di un’impresa iscritta nel registro di commercio occorre produrre il relativo estratto.
    • IV. Trasferimento o cessazione
      dell’attività economica

      Art. 9 1Il trasferimento in un altro Comune o la cessazione dell’attività economica deve essere notificato all’ufficio competente, entro 8 giorni, dal titolare, da un socio, dall’amministratore o da un rappresentante.
    • 2Il locatore deve notificare all’ufficio competente, entro 8 giorni dal fatto, il trasferimento o la cessazione dell’attività economica nello stabile dato in locazione; tale obbligo vale anche per chi cessa di mettere a disposizione il proprio indirizzo quale recapito per attività economiche.
    • V. Rapporto tra le notifiche

      Art. 10 La notifica personale non dispensa il locatore o colui che mette a disposizione il proprio indirizzo quale recapito dal loro obbligo di notifica e viceversa.
    • Entrata in vigore

      Art. 11 Il presente regolamento viene pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi del Cantone Ticino ed entra in vigore il 1. ottobre 2001.

    Pubblicato nel BU 2001, 291.