È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

11
COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTI E MESTIERI, SVILUPPO ECONOMICO

11.3.2

Esercizi Pubblici

11.3.2.3
A A A

Regolamento che disciplina le notifiche degli ospiti alla Polizia

(dell’11 novembre 2003

IL CONSIGLIO DI STATO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

in applicazione dell’art. 16 della Legge federale sugli stranieri del 16 dicembre 2005, dell’art. 18 dell’Ordinanza federale sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa del 24 ottobre 2007, dell’art. 53 cpv. 3 della Legge sugli esercizi pubblici del 21 dicembre 1994 e l’art. 20 cpv. 2 lett. a della Legge sui campeggi del 26 gennaio 2004;[1]

decreta:

    • A. Principio
      I. In generale[2]

      Art. 1[3] Il datore di alloggio notifica alla Polizia cantonale l’arrivo di ogni ospite:
    • a) che intende pernottare in campeggio, in esercizio pubblico con alloggio o in azienda agricola agrituristica;
    • b) che intende pernottare a pagamento in un altro posto di alloggio o che pernotta gratuitamente per una durata superiore ai 30 giorni.
    • II. Mediante il programma informatico

      Art. 1a[4] 1Le notifiche sono trasmesse alla Polizia cantonale mediante un programma accessibile via internet.
    • 2Sono esonerati dall’utilizzo di tale programma:
    • a) le strutture con meno di 5 posti letto;
    • b) le strutture che, per motivi tecnici, ad esempio, perché non sono allacciate alla corrente, o perché sono prive di una connessione internet, non possono accedervi.
    • B. Notifica
      I. Per le famiglie

      Art. 2[5] 1Le famiglie (marito, moglie, figli) sono notificate con un unico bollettino o inserendo una sola volta i dati del capo famiglia, indipendentemente dall’età dei figli, indicando il numero dei congiunti e il numero di questi ultimi con più e rispettivamente meno di 14 anni.
    • 2Tutti gli altri parenti o accompagnatori devono essere notificati separatamente.
    • II. Per le comitive

      Art. 3[6] 1Per le comitive e le scuole sono da registrare i dati personali del capogruppo, indicando il numero dei componenti e il numero di questi ultimi con più e rispettivamente meno di 14 anni.
    • 2In aggiunta ai dati del capogruppo, va compilato l’ulteriore modulo con le generalità dei componenti la comitiva o scuola, che dev’essere conservato dal datore di alloggio, a disposizione della Polizia e degli enti turistici, per almeno 5 anni.
    • C. Documenti di legittimazione

      Art. 4[7] 1Al momento della notifica di arrivo, l’ospite straniero deve consegnare un documento di legittimazione che gli viene riconsegnato una volta registrati i dati.
    • 2Viene registrato anche il numero e il genere del documento.
    • D. Consegna dei bollettini alle autorità di Polizia

      Art. 5 1Il datore di alloggio deve spedire il primo foglio del bollettino alla Polizia cantonale, entro 24 ore dall’arrivo dell’ospite.
    • 2Il datore di alloggio, per la consegna o spedizione, deve attenersi alle istruzioni impartite dalla Polizia.
    • 3La Polizia cantonale può prescrivere modalità di trasmissione elettronica dei dati contenuti nei bollettini di notifica.
    • E. Indicazioni da parte del datore di alloggio

      Art. 6 1Sul secondo foglio del bollettino di notifica, il datore di alloggio deve indicare il totale dei pernottamenti soggetti alla tassa di soggiorno.
    • 2Trattandosi di una comitiva o di una scuola, il totale dei pernottamenti soggetti alla tassa di soggiorno dell’intero gruppo dev’essere indicato sul bollettino del capogruppo responsabile.
    • 3Il secondo foglio del bollettino della notifica va conservato, a disposizione della Polizia e degli enti turistici, dal datore di alloggio per almeno 5 anni.
    • F. Modelli dei bollettini e distribuzione

      Art. 7 1I modelli ufficiali dei bollettini per le notifiche degli ospiti sono depositati presso la Cancelleria dello Stato.
    • 2La Polizia cantonale provvede alla stampa e distribuzione gratuita, agli enti turistici, dei blocchetti per le notifiche degli ospiti.
    • 3Gli enti turistici distribuiscono i bollettini ai datori di alloggio.
    • 4Le spese per la stampa supplementare della denominazione del datore di alloggio sono a carico dell’interessato.
    • G. Responsabilità

      Art. 8[8] Il datore di alloggio è responsabile della trasmissione di dati completi, esatti e leggibili.
    • H. Sanzioni

      Art. 9 Le infrazioni al presente regolamento sono punite dal Dipartimento delle istituzioni, Polizia cantonale.[9]
    • I. Entrata in vigore

      Art. 10 1Il decreto esecutivo che disciplina le notifiche degli ospiti alla Polizia del 14 febbraio 1990 è abrogato.
    • 2Il presente Regolamento è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi ed entra in vigore immediatamente.[10]

    Pubblicato nel BU 2003, 326.