Pensionamento anticipato


Tutte le persone che soddisfano le condizioni per l'ottenimento di una rendita possono anticiparne, nell'ambito dell'età di pensionamento flessibile, il versamento.

Diritto alle prestazioni

Rendita di vecchiaia

La rendita di vecchiaia può essere anticipata di uno o due anni. Il diritto ad una rendita dell'AVS sussiste se agli aventi diritto possono essere computati almeno un anno intero di reddito, accrediti per compiti educativi o assistenziali.

3.04 Età flessibile di pensionamento

Assegni per grandi invalidi

In presenza di una grande invalidità di grado esiguo, medio o elevato, cioè se la persona deve dipendere regolarmente dall'aiuto di terzi per compiere gli atti ordinari della vita (vestirsi, provvedere alla propria igiene personale, mangiare ecc.) e necessita di cure durevoli o di una continua sorveglianza personale, può essere richiesto un assegno per grandi invalidi.

Mezzi ausiliari

I beneficiari di rendita AVS possono ricevere, oltre all'assegno per grandi invalidi, un contributo per l'acquisto di mezzi ausiliari come ad esempio gli apparecchi acustici.

3.02 Mezzi ausiliari dell'AVS

Doveri degli interessati

Obbligo di informare

Beneficiarie e beneficiari di prestazioni dell'AVS sono obbligati ad informare in caso di cambiamento della loro situazione personale (cambiamento di indirizzo, divorzio, decesso). La mancata informazione può portare ad una decisione di restituzione delle prestazioni percepite a torto.

Obbligo contributivo

Gli assicurati che anticipano la rendita di vecchiaia, sono obbligate a pagare i contributi fino al raggiungimento dell'età di pensionamento ordinaria. I contributi pagati in questo periodo non sono più considerati per il calcolo della rendita. Per le persone che durante l'anticipo della rendita continuano ad esercitare un'attività lucrativa, non vale la franchigia considerata per le persone che ricevono una rendita ordinaria.