173.330

 2

 

Regolamento

della commissione paritetica per la valutazione delle funzioni

(dell’11 luglio 2017)

 

IL CONSIGLIO DI STATO

DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

 

richiamato l’art. 42 della legge sugli stipendi degli impiegati dello Stato e dei docenti del 23 gennaio 2017,

decreta:

Capitolo primo

Competenza e designazione

 

Principio

Art. 1È istituita una Commissione paritetica (di seguito Commissione) incaricata di esaminare la classificazione delle funzioni per le quali è richiesta una verifica; l’attività della Commissione si conclude di principio al termine del primo anno di entrata in vigore della legge sugli stipendi degli impiegati dello Stato e dei docenti del 23 gennaio 2017 (LStip).

 

Competenza

Art. 2La Commissione esamina le istanze con cui le associazioni del personale, conformemente alla procedura di cui all’art. 9 del presente regolamento, chiedono di verificare la classificazione di una funzione inserita nel regolamento concernente le funzioni e le classificazioni dei dipendenti dello Stato dell’11 luglio 2017 e trasmette il suo rapporto al Consiglio di Stato.

 

Definizione

Art. 3La valutazione della classificazione di una funzione consiste nell’applicare i criteri previsti dal modello di valutazione analitica adottato presso l’Amministrazione cantonale, al fine di stabilire la classificazione retributiva secondo il metodo in vigore.

 

Designazione dei membri della commissione

Art. 41Il Consiglio di Stato designa tre rappresentanti del datore di lavoro e i loro tre supplenti.

2Le associazioni del personale riconosciute dal Consiglio di Stato (di seguito associazioni) designano i tre rappresentanti dei collaboratori e i loro tre supplenti.

3I supplenti possono partecipare alle sedute; hanno diritto di voto solo in caso di ricusa di un membro o in sua assenza.

 

Presidenza

Art. 51Il presidente e il vicepresidente della Commissione sono eletti dai membri della Commissione; in caso di mancato accordo da parte della maggioranza dei membri, la scelta è operata dal Consiglio di Stato.

2Il presidente, o in sua assenza il vicepresidente, dirige la seduta.

 

Segretariato

Art. 61Il segretariato della Commissione è assicurato dalla Sezione delle risorse umane (di seguito SRU).

2La SRU assicura il supporto tecnico e logistico necessario, fornisce le valutazioni e ogni altro documento utile alla Commissione avvalendosi della collaborazione del resto dell’Amministrazione cantonale, rispettivamente degli altri servizi centrali.

 

Sedute e confidenzialità

Art. 71La Commissione si riunisce su convocazione del presidente o su domanda di almeno due dei suoi membri.

2I membri decidono e deliberano a porte chiuse.

3I membri e ogni persona al servizio della Commissione sono tenuti alla massima confidenzialità in merito ai lavori commissionali.

4La Commissione può deliberare a condizione che i rappresentanti del datore di lavoro e dei dipendenti siano presenti in parti uguali; il quorum è fissato a quattro membri.

 

Rapporti

Art. 81La Commissione redige un rapporto contenente la sua proposta comprensiva delle motivazioni e relative conclusioni all’attenzione del Consiglio di Stato.

2L’analisi effettuata dalla SRU, così come i documenti che sono stati utilizzati nel processo di valutazione, sono allegati al rapporto trasmesso al Consiglio di Stato.

3I rapporti della Commissione sono adottati a maggioranza dei membri presenti, fermo restando il quorum previsto all’art. 7.

4Se necessario - in ogni caso in situazione di parità - il rapporto menziona le varianti di proposta su uno o più oggetti trattati.

 

Capitolo secondo

Procedure

 

Consultazione

Art. 91Le associazioni del personale sottopongono al Consiglio di Stato le richieste che intendono far esaminare dalla Commissione; nel limite del possibile, al fine di facilitare la programmazione delle attività della Commissione, esse s’impegnano a trasmettere l’insieme delle richieste entro due mesi dall’entrata in vigore del presente regolamento. Analogamente, il Consiglio di Stato sottopone ai rappresentanti del personale le richieste pervenutegli direttamente.

2Il Consiglio di Stato, sentita la commissione, valuta le proposte delle associazioni del personale, definendo le richieste da esaminare.

3Il presidente convoca la Commissione entro un mese dal ricevimento delle richieste approvate congiuntamente.

 

Elaborazione della richiesta

Art. 101La Commissione può sollecitare il parere di uno specialista; in tal caso essa informa preventivamente il Consiglio di Stato.

2La Commissione procede alla stesura di un rapporto all’indirizzo del Consiglio di Stato, come da art. 8.

 

Decisione del Consiglio di Stato

Art. 111Il Consiglio di Stato decide in base alla valutazione del rapporto elaborato dalla Commissione.

2Esso trasmette la sua decisione con le motivazioni alla Commissione e alle associazioni del personale riconosciute.

 

Capitolo terzo

Disposizioni finali

 

Entrata in vigore e validità

Art. 12Questo regolamento è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi, entra in vigore il gennaio 2018 ed ha validità sino allo scioglimento della Commissione (art. 42 cpv. 5 LStip).

 

 

 

 

Pubblicato nel BU 2017, 282.