813.120



 

Regolamento

concernente l’esercizio di un’attività sanitaria da parte

degli operatori sanitari

(del 11 luglio 2018)

 

IL CONSIGLIO DI STATO

DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

 

richiamati l’art. 53 e seguenti della legge sulla promozione della salute e il coordinamento sanitario del 18 aprile 1989 (Legge sanitaria),

decreta:

Campo d’attività

Art. 11Il presente regolamento disciplina i requisiti per il rilascio delle autorizzazioni all’esercizio delle attività sanitarie di cui all’art. 54 e seguenti della legge sulla promozione della salute e il coordinamento sanitario del 18 aprile 1989 (Legge sanitaria) ed eventuali limiti di competenza.

2Le professioni di estetista, optometrista, ottico, podologo, psicologo attivo in ambito sanitario e terapista complementare cantonale sono inoltre disciplinate dagli specifici regolamenti.

 

Diplomi riconosciuti

(art. 56 lett. a e 58 cpv. 2 Legge sanitaria)

Art. 21Il rilascio di un’autorizzazione all’esercizio di una professione medica universitaria o della professione di psicoterapeuta presuppone un diploma previsto dalla legislazione federale in materia.

2Il rilascio di un’autorizzazione all’esercizio della professione di osteopata presuppone un diploma rilasciato o riconosciuto dalla Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS).

3Il rilascio di un’autorizzazione all’esercizio sotto la propria responsabilità professionale o l’assunzione sotto la responsabilità professionale di terzi presuppone un diploma riconosciuto dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) per le seguenti professioni:

a)logopedista;

b)psicomotricista.

4Il rilascio di un’autorizzazione all’esercizio sotto la propria responsabilità professionale o l’assunzione sotto la responsabilità professionale di terzi presuppone un diploma di livello terziario ai sensi della legislazione federale sulla formazione professionale rilasciato da una scuola riconosciuta dalla Croce Rossa Svizzera o dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) o un diploma estero equivalente e riconosciuto per le seguenti professioni:

a)arteterapeuta;

b)audioprotesista;

c)dietista (consulenza alimentare);

d)droghiere;

e)ergoterapista;

f)igienista dentale;

g)infermiere;

h)massaggiatore medicale;

i)fisioterapista;

j)fisioterapista per animali;

k)levatrice;

l)naturopata con diploma federale;

m)terapista complementare con diploma federale.

5Il rilascio di un’autorizzazione all’esercizio sotto la propria responsabilità professionale o l’assunzione sotto la responsabilità professionale di terzi presuppone un diploma di livello secondario ai sensi della legislazione federale sulla formazione professionale riconosciuta dalla SEFRI o un diploma estero equivalente e riconosciuto per la professione di odontotecnico.

 

 

 

Periodo di pratica di due anni

(art. 56 cpv. 1 lett. d Legge sanitaria)

Art. 31Il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio sotto la propria responsabilità professionale presuppone inoltre un periodo di pratica di due anni alle dipendenze di un operatore sanitario autorizzato nella medesima professione o di una struttura o servizio autorizzati che offrono siffatte prestazioni per le seguenti professioni:

a)ergoterapista;

b)dietista;

c)fisioterapista;

d)igienista dentale;

e)infermiere;

f)levatrice.

2Sono parimenti riconosciuti:

a)il periodo di pratica che l’infermiere ha svolto alle dipendenze di un medico;

b)il periodo di pratica che l’igienista dentale ha svolto alle dipendenze di una clinica dentaria universitaria, di una clinica dentaria diretta da un medico dentista autorizzato o di un medico dentista autorizzato.

 

Padronanza della lingua italiana

(art. 56 cpv. 2 lett. a Legge sanitaria)

Art. 4La padronanza della lingua italiana richiesta per il rilascio delle autorizzazioni disciplinate dalla legge sanitaria va attestata mediante:

a)il diploma di cui all’art. 2 rilasciato da un istituto con sede in una regione di lingua ufficiale italiana;

b)l’attestato di maturità di una scuola secondaria superiore di lingua italiana;

c)un attestato almeno di livello B2 rilasciato conformemente al portafoglio europeo delle lingue.

 

Operatori in formazione

(art. 58a Legge sanitaria)

a) Operatori ai sensi dell’art. 54 cpv. 1 lett. a

Legge sanitaria

Art. 51Gli operatori sanitari in formazione (perfezionamento) di cui all’art. 54 cpv. 1 lett. a della legge sanitaria e gli osteopati in formazione necessitano di un’autorizzazione formale dell’Ufficio di sanità, a meno che si tratti di studenti universitari non ancora in possesso del diploma unversitario.

2L’autorizzazione viene concessa su istanza del formatore/datore di lavoro nella misura in cui questi è riconosciuto dalle rispettive istanze quale luogo di formazione e nei limiti stabiliti dalle corrispondenti disposizioni o direttive in materia di formazione.

3Il formando deve essere in possesso dei seguenti diplomi:

a)medico: diploma federale o riconosciuto;

b)farmacista: diploma federale;

c)chiropratico: attestazione del superamento della prima parte dell’esame federale;

d)osteopata: attestazione del superamento del primo esame CDS.

 

b) Naturopati e terapisti complementari

con diploma federale

Art. 6[1]1Lo svolgimento del periodo di pratica professionale sotto supervisione/mentorato nell’ambito del percorso formativo per ottenere il diploma federale di naturopata e il diploma federale di terapista complementare è possibile una volta ottenuto il certificato settoriale della corrispondente organizzazione del mondo del lavoro.

2I periodi di pratica in vista dell’ottenimento del certificato settoriale e di pratica professionale sotto supervisione/mentorato nell’ambito del percorso formativo per ottenere il diploma federale di naturopata e il diploma federale di terapista complementare possono essere svolti alle dipendenze di una struttura o servizio sanitari autorizzati o di una delle seguenti figure professionali autorizzate all’esercizio della professione sotto la propria responsabilità:

a)naturopata con diploma federale;

b)terapista complementare con diploma federale;

c)terapista complementare autorizzato dal Cantone ai sensi dell’art. 63 e segg. della Legge sanitaria;

d)un altro operatore sanitario autorizzato al libero esercizio dal Cantone.

3La verifica dei requisiti di cui al cpv. 1 incombe al datore di lavoro.

 

Limiti di competenza

Art. 71Ogni operatore sanitario è tenuto a rispettare i limiti di competenza di cui all’art. 64 della legge sanitaria e gli altri limiti contenuti nella legge.

2L’igienista dentale sottostà in particolare alle seguenti limitazioni:

a)non può utilizzare apparecchiature radiografiche né effettuare un’anestesia;

b)non può eseguire terapie parodontologiche in presenza di parodontiti gravi;

c)per quanto riguarda i pazienti a rischio deve concordare il trattamento con il dentista.

3La levatrice sottostà inoltre ai limiti di cui all’art. 63e della legge sanitaria.

4Il naturopata e il terapista complementare con diploma federale sottostanno agli obblighi e limiti di cui all’art. 63b della legge sanitaria, ritenuto che il naturopata con diploma federale in medicina tradizionale cinese MTC è autorizzato d’ufficio ad eseguire le punzioni richieste dall’agopuntura.

 

Disposizione transitoria relativa

ai terapisti complementari

Art. 7a[2]A coloro che hanno sostenuto con successo, prima del 1° settembre 2018, l’esame cantonale per l’ottenimento dell’autorizzazione di esercizio quale terapista complementare di cui all’art. 63a della legge e a coloro che il 1° settembre 2018 erano validamente iscritti a un percorso formativo «tronco comune» riconosciuto dall’Organizzazione del mondo del Lavoro terapia complementare (OmL TC) si applica il diritto previgente la modifica dell’11 dicembre 2017 della legge.

 

Entrata in vigore

Art. 8Il presente regolamento è pubblicato sul Bollettino ufficiale delle leggi ed entra in vigore il 1° settembre 2018.

 

 

 

 

Pubblicato nel BU 2018, 284.

 

 


[1]  Art. modificato dal R 14.11.2018; in vigore dal 16.11.2018 - BU 2018, 420.

[2]  Art. introdotto dal R 20.2.2019; in vigore dal 22.2.2019 - BU 2019, 56.