È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

1
NORME GENERALI

1.2.4

Movimento della popolazione e controllo attività economiche

1.2.4.1
A A A

Legge di applicazione della legge federale sull’armonizzazione dei registri e concernente la banca dati movimento della popolazione[1]

(del 5 giugno 2000)

IL GRAN CONSIGLIO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

- visto il messaggio 7 dicembre 1999 n. 4946 del Consiglio di Stato;
- visto il rapporto 19 maggio 2000 n. 4946 R della Commissione della legislazione;
- viste la legge federale del 23 giugno 2006 sull’armonizzazione dei registri degli abitanti e di altri registri ufficiali di persone (LArRa) e l’ordinanza del 21 novembre 2007 sull’armonizzazione dei registri (OArRa);[2]

decreta:

  • Capitolo primo[3]
    Disposizioni generali
    • Scopo e campo
      di applicazione[4]

      Art. 1[5] 1La presente legge disciplina l’applicazione della legislazione federale in materia di armonizzazione dei registri degli abitanti e di altri registri ufficiali di persone.
    • 2Essa persegue lo scopo:
    • a) di semplificare la raccolta dei dati a fini statistici attraverso l’armonizzazione dei registi ufficiali di persone;
    • b) di semplificare lo scambio dei dati personali tra i diversi registri;
    • c) di permettere la raccolta e l’aggiornamento coordinato, economico, rapido e sicuro dei dati dei registri, per gli usi di organi amministrativi della Confederazione, del Cantone, dei Comuni e di terzi autorizzati (in seguito utilizzatori).
    • 3Essa si applica:
    • a) ai registri degli abitanti e ai cataloghi elettorali dei Comuni;
    • b) alla banca dati Movimento della popolazione (in seguito Movpop);
    • c) ad altri archivi cantonali o comunali di persone designati dal Consiglio di Stato in quanto rientrino nella fattispecie del cpv. 2.
    • Autorità competenti[6]

      Art. 2[7] Il Consiglio di Stato designa:
    • a) il servizio ufficiale competente per il coordinamento, la realizzazione e il controllo della qualità dell’armonizzazione dei registri (in seguito Servizio);
    • b) il servizio preposto alla gestione di Movpop (in seguito Servizio Movpop).
  • Capitolo secondo[8]
    Armonizzazione dei registri
    • Consiglio di Stato

      Art. 2a[9] 1Il Consiglio di Stato può ordinare la raccolta di informazioni supplementari necessarie o utili allo svolgimento dei compiti che la legislazione federale o cantonale assegna al Cantone.
    • 2Il Consiglio di Stato regola l’accesso e l’utilizzazione del nuovo numero AVS a 13 cifre da parte dei Servizi dell’Amministrazione pubblica che ne fanno richiesta per lo svolgimento dei loro obblighi legali.
    • Servizio

      Art. 2b[10] Il Servizio è competente per il coordinamento, la realizzazione e il controllo della qualità dell’armonizzazione, in particolare:
    • a) coordina la collaborazione con gli altri Servizi dell’amministrazione, con i Comuni e con le ditte informatiche che forniscono loro i programmi di gestione dei dati, sia per quanto riguarda l’adeguamento dei registri degli abitanti alle direttive federali, sia per quanto riguarda la verifica e l’adeguamento del registro federale degli edifici e delle abitazioni (in seguito REA);
    • b) organizza in proprio le attività volte al miglioramento del REA;
    • c) è competente per la trasmissione dei dati ai servizi federali conformemente a quanto previsto dalle disposizioni federali in materia di armonizzazione dei registri.
    • Comuni

      Art. 2c[11] Le autorità comunali collaborano con le autorità federali e cantonali nell’applicazione delle normative sull’armonizzazione dei registri, e in particolare:
    • a) adeguano il contenuto del loro registro degli abitanti e le modalità tecniche di gestione e trasmissione dei dati alle direttive emanate dal servizio Movpop, in collaborazione con il Servizio, in applicazione delle normative federali;
    • b) mettono a disposizione di Movpop i dati dei registri degli abitanti;
    • c) collaborano con il Servizio nella verifica del REA e nell’assegnazione a ogni persona degli indicatori dell’edificio e dell’abitazione (in seguito identificatori).
  • Capitolo terzo[12]
    Banca dati Movimento della popolazione
    • Consiglio di Stato[13]

      Art. 3 Il Consiglio di Stato è l’autorità di vigilanza sul Movpop e definisce in particolare:[14]
    • a) il catalogo dei dati di Movpop;
    • b) ...[15]
    • c) le modalità di elaborazione dei dati di Movpop;
    • d) le modalità d’accesso a Movpop;
    • e) la ripartizione proporzionale all’uso dei costi di Movpop, tra i centri di costo dell’amministrazione cantonale;
    • f) le tariffe e gli emolumenti a copertura dei costi per l’accesso ai dati di Movpop da parte di terzi ai sensi dell’art. 8, ritenuta la gratuità per i Comuni, i Patriziati e i consorzi di Comuni e la facoltà di prevedere tariffe ridotte per giustificati motivi di interesse pubblico.[16]
    • Proprietà dei dati[17]

      Art. 4 1... [18]
    • 2I dati sono proprietà del Comune.
    • 3L’iscrizione a Movpop non si sostituisce al valore dei registri pubblici e delle procedure stabilite per legge.
    • Origine, aggiornamento e scambio
      dei dati[19]

      Art. 5[20] 1I dati di Movpop provengono dal controllo abitanti dei Comuni, mentre altri soggetti amministrativi (federali o cantonali) possono proporre modifiche, che divengono effettive solo con il consenso del Comune proprietario dei dati.
    • 2Il Consiglio di Stato può autorizzare servizi dell’amministrazione cantonale ad aggiornare dati di cui i Comuni non sono in possesso.
    • 3I Comuni aggiornano tempestivamente i dati raccolti in Movpop, nel rispetto delle segnalazioni giunte da altri servizi amministrativi federali o cantonali, e dei contenuti, delle modalità tecniche e dei tempi di trasmissione fissati dal servizio Movpop.
    • 4In caso di cambiamento di domicilio, viene assicurato lo scambio informatizzato e criptato dei dati di base della persona tra il Comune di provenienza e quello di destinazione.
    • 5Lo scambio di dati tra Comuni, amministrazione cantonale e amministrazione federale è gratuito.
    • Autorizzazione d’accesso:
      1. ai Comuni

      Art. 6[21] 1Il Consiglio di Stato regola l’accesso dei Comuni ai dati di Movpop.
    • 2I Comuni non possono fornire a terzi dati ai quali hanno accesso per il tramite della banca dati e che concernono persone domiciliate presso altri Comuni.
    • 2. all’amministrazione cantonale

      Art. 7 1Il Consiglio di Stato regola l’accesso a Movpop degli utilizzatori appartenenti all’amministrazione cantonale, nei limiti della LPDP.
    • 2I Comuni non sono tenuti a fornire separatamente agli utilizzatori di Movpop i dati ai quali essi possono accedere tramite Movpop.
    • 3. a terzi

      Art. 8[22] 1Il Consiglio di Stato conferisce in via eccezionale a terzi l’autorizzazione d’accesso a Movpop.
    • 2L’autorizzazione presuppone lo svolgimento di un compito pubblico previsto dalla legge e un interesse legittimo importante a svolgerlo utilizzando Movpop.
    • 3Un diritto all’autorizzazione esiste soltanto per i consorzi di Comuni e per le amministrazioni patriziali. Negli altri casi, il Consiglio di Stato decide a propria discrezione e definitivamente.
    • 4L’autorizzazione a scopi di ricerca scientifica è possibile anche a privati, se è garantita l’anonimità dei dati.
    • Autorizzazione tecnica

      Art. 9 Le applicazioni informatiche dei Comuni e di terzi che interfacciano Movpop devono essere autorizzate dal Consiglio di Stato.
    • Rimedi giuridici[23]

      Art. 10[24] Contro le decisioni del Consiglio di Stato riguardanti Movpop è dato ricorso al Tribunale cantonale amministrativo.
  • Capitolo quarto[25]
    Disposizioni finali
    • Protezione dei dati[26]

      Art. 11[27] Rimangono riservate le disposizioni federali e cantonali sulla protezione dei dati personali.
    • Disposizioni esecutive

      Art. 11a[28] Il Consiglio di Stato emana le disposizioni di esecuzione e di organizzazione necessarie all’applicazione della presente legge.
    • Entrata in vigore

      Art. 12 1Trascorsi i termini per l’esercizio del diritto di referendum, la presente legge è pubblicata nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi.
    • 2Il Consiglio di Stato ne fissa la data d’entrata in vigore.[29]

    Pubblicata nel BU 2001, 281.