DATA ULTIMO BU CON MODIFICHE
12.10.2018
(Bollettino ufficiale 44/2018)
>

228

401.250

Numerazione precedente
5.1.5.2.1
< >


 

Decreto esecutivo

sul contributo cantonale per sezione di scuola comunale

per l’anno 2018

(del 9 gennaio 2018)

 

IL CONSIGLIO DI STATO

DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

 

richiamati gli art. 79a e segg. della legge della scuola del 1° febbraio 1990,

decreta:

Contributo per sezione

Art. 11Per l’anno 2018 l’importo di riferimento per il calcolo del contributo forfetario per le sezioni di scuola dell’infanzia e di scuola elementare, che considera le attività d’insegnamento assicurate dai docenti titolari e dai docenti di attività creative, è così stabilito:

a)fr. 81 040.– per sezione di scuola dell’infanzia con refezione;

b)fr. 72 930.– per sezione di scuola dell’infanzia senza refezione;

c)fr. 86 428.– per sezione di scuola elementare.

2Per il numero di sezioni fanno stato quelle dell’anno scolastico 2017/2018 nella misura di 2/3 e dell’anno scolastico 2018/2019 nella misura di 1/3.

3A partire dall’importo di riferimento di cui al cpv. 1, il contributo annuo è calcolato in base ai disposti dell’art. 11 della legge sulla perequazione finanziaria intercomunale del 25 giugno 2002 ed è ridotto di fr. 10 000.-- per ogni sezione.

 

Contributi particolari

Art. 21Per l’anno 2018 sono definiti i seguenti importi di riferimento per i contributi particolari:

a)fr. 2701.– per ogni unità didattica settimanale impartita da un docente di educazione fisica che sostituisce il docente titolare dispensato da tale insegnamento, da un docente di appoggio a carico del Comune o da un docente di lingua e di integrazione scolastica;

b)fr. 1298.– per ogni settimana di supplenza alla scuola dell’infanzia ai quali si aggiungono, se del caso, fr. 25.– per ogni refezione, unicamente per le assenze relative a congedi anzianità o a formazione continua obbligatoria;

c)fr. 1496.– per ogni settimana di supplenza alla scuola elementare, unicamente per le assenze relative a congedi anzianità o a formazione continua obbligatoria;

d)la totalità dell’onere di supplenza effettiva del docente titolare chiamato ad assolvere temporaneamente compiti dipartimentali.

2Il contributo di cui al cpv. 1 lett. a) è calcolato in base alle unità didattiche settimanali dell’anno scolastico 2017/2018 nella misura di 2/3 e dell’anno scolastico 2018/2019 nella misura di 1/3.

3Gli altri contributi di cui al cpv. 1 lett. b) e c) sono calcolati in base alle unità effettive (mesi di competenza relativi agli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019).

4A partire dagli importi di riferimento di cui al cpv. 1, i contributi sono calcolati in base ai disposti dell’art. 11 della legge sulla perequazione finanziaria intercomunale del 25 giugno 2002 e sono ridotti come segue:

a)di fr. 313.– per ogni unità didattica quelli di cui al cpv. 1 lett. a);

b)di fr. 130.– per ogni settimana quelli di cui al cpv. 1 lett. b);

c)di fr. 150.– per ogni settimana quelli di cui al cpv. 1 lett. c).

 

Competenza, calcolo e versamento dei contributi

Art. 31I contributi a carico del Cantone sono calcolati e autorizzati dalla Sezione delle scuole comunali del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport.[1] Essi sono versati in 3 rate (aprile, agosto, novembre), di regola al Comune di provenienza degli allievi. Saldi e conguagli sono calcolati e versati l’anno successivo.

2Per i consorzi scolastici e per i Comuni convenzionati il calcolo dei contributi avviene applicando, di regola, la forza finanziaria del rispettivo Comune proporzionalmente al numero di allievi.

 

 

 

Ricorsi

Art. 41Contro le decisioni inerenti ai contributi è dato ricorso al Consiglio di Stato e contro le decisioni del Consiglio di Stato è dato ricorso al Tribunale cantonale amministrativo.

2È applicabile la legge sulla procedura amministrativa del 24 settembre 2013.

 

Entrata in vigore

Art. 5Il presente decreto esecutivo è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi, entra in vigore il 1° gennaio 2018 ed ha la durata di un anno.

 

 

 

 

Pubblicato nel BU 2018, 3.

 

 


[1]  Frase modificata dal DE 9.1.2018; in vigore dal 1.1.2018 - BU 2018, 13.