È in atto la sperimentazione di un nuovo sistema informatico volto ad accorciare in modo sensibile il tempo di aggiornamento della RL

Decreto esecutivo sulle tasse turistiche

(del 14 settembre 2016)

IL CONSIGLIO DI STATO
DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

visti gli art. 13 lett. g e h, 18 cpv. 2, 21 cpv. 4, 23 cpv. 3 e 4, 24 cpv. 3 della legge sul turismo del 25 giugno 2014 (LTur);

decreta:

    • Art. 1[1] Le aliquote per pernottamento applicabili per il calcolo della tassa di soggiorno di cui all’art. 21 cpv. 4 LTur sono le seguenti:
    • a) fr. 4.40 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati con quattro o cinque stelle o con una qualità dell’offerta equivalente;
    • b) fr. 3.30 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati da una a tre stelle o non classificati;
    • c) fr. 2.– nelle camere, appartamenti e residenze di vacanza o alloggi turistici simili;
    • d) fr. 2.20 nei campeggi, «motorhomes» o alloggi turistici simili;
    • e) fr. 2.20 negli ostelli della gioventù o alloggi turistici simili;
    • f) fr. 0.50 nelle capanne, alloggi collettivi o alloggi turistici simili.
    • Art. 2 Le aliquote per pernottamento applicabili per il calcolo della tassa di promozione di cui all’art. 23 cpv. 3 LTur sono le seguenti:
    • a) fr. 1.70 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati con quattro o cinque stelle o con una qualità dell’offerta equivalente;
    • b) fr. 1.25 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati da una a tre stelle o non classificati;
    • c) fr. 1.25 nelle camere, appartamenti e residenze di vacanza o alloggi turistici simili;
    • d) fr. 0.95 nei campeggi, «motorhomes» o alloggi turistici simili;
    • e) fr. 0.20 negli ostelli della gioventù o alloggi turistici simili;
    • f) fr. 0.20 nelle capanne, alloggi collettivi o alloggi turistici simili.
    • Art. 3 L’aliquota applicabile per il calcolo della tassa di promozione negli esercizi di cui all’art. 23 cpv. 4 LTur ammonta a fr. 1.50 per posto a sedere.
    • Art. 4 Le aliquote applicabili per il calcolo del contributo comunale, di cui all’art. 24 cpv. 3 LTur, sono le seguenti:
    • a) fr. 0.15 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati con quattro o cinque stelle o con una qualità dell’offerta equivalente;
    • b) fr. 0.15 negli esercizi alberghieri o alloggi turistici simili, classificati da una a tre stelle o non classificati;
    • c) fr. 0.15 nelle camere, appartamenti e residenze di vacanza o alloggi turistici simili;
    • d) fr. 0.075 nei campeggi, «motorhomes» o alloggi turistici simili;
    • e) fr. 0.075 negli ostelli della gioventù o alloggi turistici simili;
    • f) fr. 0.075 nelle capanne, rifugi, alloggi collettivi o alloggi turistici simili.
    • Art. 5 La percentuale di prelevamento della tassa di soggiorno a favore del fondo di funzionamento di cui all’art. 18 cpv. 2 LTur è pari al 2.5%.
    • Art. 6 1Il presente decreto è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi ed entra in vigore il 1° gennaio 2017.
    • 2Esso abroga il decreto esecutivo sulle tasse turistiche del 17 dicembre 2014.

    Pubblicato nel BU 2016, 405.