DATA ULTIMO BU CON MODIFICHE
09.11.2018
(Bollettino ufficiale 47/2018)
>

110.100

110.100

Numerazione precedente
1.1.1.2
< >
 : L sui colori e sigillo del Cantone - 25 maggio 1803

 

Legge

sui colori e sigillo del Cantone

(del 25 maggio 1803)

 

I CONSIGLI DEL CANTONE TICINO

 

hanno risoluto:

Art. 1[1]1I colori del Cantone Ticino sono il rosso e azzurro.

2Il colore rosso corrisponde alla cromia no. 032, il colore azzurro alla cromia no. 293 della scala Pantone, come alla figura 1.

3Nella bandiera militare e nello stendardo (bandiera oblunga) i colori sono disposti orizzontalmente (senso della fascia), e il rosso è in alto: nello scudo e nello stendardo i colori sono disposti verticalmente e il rosso è alla sinistra di chi guarda (destra araldica).

 

Art. 2Il sigillo del Cantone Ticino avrà per impronta un campo di figura ovale tagliato verticalmente in due parti. A destra sarà collocato il color rosso ed a sinistra l’azzurro. Si leggerà nella circonferenza dell’ovale da una parte “Federazione Elvetica”[2] e dall’altra “Cantone Ticino”.

La fronte presenterà due rami intrecciati di ulivo, ed il piedestallo un’iscrizione denotante a quale dei due consigli appartenga.

 

Art. 3[3]

 

 

Data dell’entrata in vigore: 26 maggio 1803.

 

Fig. 1[4]

Definizione dei colori

 

Rosso: scala Pantone 032

 

Per la stampa in quadricromia: magenta 91%, yellow 87%

 

Azzurro: scala Pantone 293

 

Per la stampa in quadricromia: cyan 100%, magenta 56%

 

 


[1]  Art. modificato dalla L 19.2.2001; in vigore dal 5.2.2002 - BU 2002, 27; precedente modifica: BU 1922, 252.

[2]  All’iscrizione di Federazione Elvetica è stata sostituita coll’andar del tempo quella di Confederazione Svizzera - Raccolta generale delle leggi e dei decreti del Cantone Ticino 1803 - 86 vol. I, 48.

[3]  Avvertimento. Un 3° articolo della L riguardava il costume de’ membri del Gran Consiglio, ma è andato in disuso - Raccolta generale delle leggi e dei decreti del Cantone Ticino 1803 - 86 vol. I, 48.

[4]  Figura introdotta dalla L 19.2.2001; in vigore dal 5.2.2002 - BU 2002, 28.