Contenuto

Cerca la parola/frase esatta

Considera maiuscole e minuscole

Data

dal
al

Località

Segnatura



Lista dei risultati

Stampa risultati
15 dicembre 1244, Magliaso
Vendita, Carta vendicionis
Marchese del fu Bono di Cureglia abitante ad Astano, vende a Giacomo del fu Alberto «de Bozio» di Miglieglia sette terreni situati nel territorio di Astano «in Crespore», «ad Morinallum», «in Aguaina», «ad Brelium», «ad Vezanum» e «ad Doselum», impegnandosi a far confermare la detta vendita da Contessa, sua moglie. Il prezzo della vendita è di 11 lire e mezza di denari nuovi.
20 febbraio 1395, Como
Locazione e rinuncia, Instrumentum investiture livelli et renuntiationis
Albrico detto Pigiolo del fu Alberto Rusca di Como investe a titolo di enfiteusi e locazione perpetua Ansermolo Avanzini di Curio del fu Martino di un terreno a campo, vigna, prato, selva e bosco, con alberi da frutta, case e mulini, che in altri tempi era un terreno incolto, situato nel territorio di Banco e di Astano «in monte Benascho et in Lugardo», al canone annuo di cinque lire di denari nuovi e due capretti. Il contratto è fatto alla presenza di Simonolo del fu Pagano «de Valente» di Astano, il cui padre era stato investito degli stessi beni dal padre di Albrico Rusca il 22 aprile 1347, e ora Simonolo e Albrico rinunciano a tale investitura.
Risultati 1 - 2 di 2
  • «
  • 1
  • »