> Domande / Risposte

Domande / Risposte


In questa pagina potrete trovare le domande più frequenti che ci vengono poste e le relative risposte.

Anche tu hai una domanda per noi ? Scrivici indicando, se possibile, il tuo domicilio per poterti indirizzare all'ente preposto più vicino.


Vorrei sposare una cittadina straniera. Dove posso rivolgermi ?
Bisogna essere in possesso di una serie di documenti ottenibili nel paese di origine o tramite ambasciate e consolati. Per saperne di più, visita in questo sito il percorso 9-Famiglie straniere

Come si diventa famiglia affidataria ?
Chi desidera diventare famiglia affidataria deve rivolgersi all'Ufficio dell'aiuto e della protezione(UAP) che è l'ente designato a compiere l'inchiesta sociale e la vigilanza per i casi d'affidamento, tramite le sue quattro sedi presenti sul territorio cantonale. Per saperne di più, visita in questo sito il percorso 13-Accoglienza famiglie

Non ho trovato nel sito il formulario per richiedere un sostegno da parte della Legge giovani per realizzare un mio progetto a carattere giovanile, come posso fare ora ?
Molto semplice, telefona all'Ufficio giovani - durante gli orari d'ufficio - allo 091 814 86 91, o quando puoi allo 079 444 27 94, ti fisseremo un appuntamento che sia compatibile con i tuoi e nostri impegni, in modo da valutare con te il progetto, spiegarti la procedura di riconoscimento e sussidio e consegnarti il formulario di richiesta, dandoti nel frattempo tutte quelle informazioni che ti potranno essere utili per realizzare in tutta tranquillità il tuo progetto.

Sono una mamma sola con due figli di 4 e 7 anni. Lavoro all'80% e non so dove collocare i ragazzi al di fuori dell'orario scolastico. A chi mi posso rivolgere ?
La risposta adeguata alle sue esigenze potrebbe essere una famiglia diurna o un Centro per attività extrascolastiche. Per entrambe le soluzioni può trovare gli indirizzi e le informazioni necessarie nelle rispettive schede di riferimento o facendo una ricerca nella sua regione di domicilio, così da trovare un sostegno più vicino a casa.

Sono in difficoltà nell'accudimento di mio figlio che evidenzia problemi nel suo sviluppo psico-fisico. Cosa posso fare?
È importante parlarne con una persona di fiducia e competente che può essere il pediatra o il medico curante, i quali possono verificare l'entità del problema e, se del caso, indirizzarla verso un servizio educativo o pediatrico d'appoggio. Da alcuni anni sono attivi dei corsi di formazione per e con i genitori che possono essere un utile strumento di rinforzo delle proprie competenze genitoriali. Basilare è non aver paura di farsi aiutare ad...aiutarsi.

Vorrei realizzare un progetto che promuova l'interculturalità in Ticino. Come devo fare?
Da alcuni anni la Confederazione e il Cantone Ticino sostengono finanziariamente la realizzazione di progetti e attività ritenuti validi dal profilo dell'integrazione delle persone di altra cultura e della sensibilizzazione e della pratica dell'interculturalità. Sul sito della Confederazione può trovare utili ragguagli sul tema (http://www.ekm.admin.ch/it/attualita/index.php ), mentre eventuali informazioni su progetti sostenibili possono essere richieste al delegato cantonale per l'integrazione (http://www.ti.ch/DI/temi/delstra/presentazione.asp).

Sono in difficoltà, non riesco a far quadrare i conti per la mia famiglia a fine mese. Chi ci può aiutare?
Occorre verificare gli uffici comunali competenti (laddove è presente un servizio sociale) o gli sportelli regionali Laps, se le difficoltà sono dovute a un'imperizia gestionale o alla scarsità del suo reddito. Nel primo caso può richiedere un aiuto o una supervisione (tramite un curatore amministrativo) al fine di sviluppare un piano di rientro e di miglioramento della situazione. Nel secondo può inoltrare una richiesta di aiuto finanziario tramite uno sportello Laps che le determinerà il diritto e l'ammontare dell'eventuale prestazione di sostegno. In caso di una difficoltà momentanea (per esempio una spesa dentistica improvvisa o l'acquisto di materiale scolastico per i figli) può rivolgersi presso l'Ufficio delle famiglie dei minorenni (in caso di presenza di figli) o al singolo servizio sociale comunale che di regola dispone di un elenco di fondazioni di beneficenza che possono essere interpellate per un aiuto straordinario. Gli indirizzi degli sportelli Laps e delle sedi regionali dell'Ufficio delle famiglie e dei minorenni li può trovare nella nostra banca dati.

Sono a conoscenza di una situazione di grave degrado sociale dove due bambini sono abbandonati a se stessi, come mi devo comportare?
Se il caso è particolarmente grave e necessita di un intervento immediato è importante segnalare la situazione alla Polizia cantonale, se non ci fosse una situazione d'urgenza, occorre indirizzarsi all'Autorità Regionale di Protezione (ARP) di riferimento del singolo comprensorio, la quale valuterà il caso o incaricherà un servizio competente che interverrà prontamente. L'ARP e la Polizia assicurano l'anonimato della segnalazione. Gli indirizzi delle sedi delle ARP si possono trovare nella nostra banca dati.

Vivo con mio marito e due figli, da diverso tempo la situazione è diventata insostenibile, lui mi picchia e minaccia i miei figli, non ho parenti dove rifugiarmi, cosa posso fare?
Ha due possibilità, la prima è di chiamare la polizia che interverrà per allontanare suo marito dalla casa e se questa soluzione non si rivela sufficiente può rivolgersi a due strutture nel Cantone che possono offrire protezione e sostegno, per un periodo massimo di tre mesi, a lei e ai suoi due figli senza rivelare l'indirizzo dell'appartamento a terzi. Durante questo periodo sarà aiutata alfine di trovare alternative valide e durature. Se è domiciliata nel Sottoceneri telefoni allo 091 972 68 68 (urgenze 078 624 90 70), se nel Sopraceneri allo 0848 33 47 33.

Ho sentito alla radio che si possono aiutare dei bambini di famiglie in difficoltà accogliendoli per dei periodi più o meno lunghi in casa propria, stavo guidando e non ho capito a chi bisogna rivolgersi per mettersi a disposizione, potete indirizzarmi?
Può rivolgersi all'Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie dove le spiegheranno quali caratteristiche vengono richieste e quale percorso bisogna fare per diventare famiglia affidatarie (telefono: 091 966 00 91, e-mail: affido@atfa.info).

Sono uno studente e mi piacerebbe fare il monitore in una colonia durante le mie vacanze scolastiche, a chi posso rivolgermi?
Puoi chiamare l'Associazione CEMEA (Centri di esercitazione ai metodi dell'educazione attiva), ti potranno informare sulle colonie che cercano personale educativo e sui corsi che ti aiuteranno a prepararti al lavoro con i bambini (telefono: 091 630 28 78, e-mail: info@cemea.ch). Per ulteriori informazioni, visita il sito Internet: www.cemea.ch.



    Ricerca del servizio o dell'attività
    Scegli un distretto:


    Denominazione di attività

    Scegli un comune

    Scegli un'età

    Scegli un'attività