Pubblicazioni

Approfondisci la ricerca

Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, dicembre 2022

Verso un 2023 già delineato

Il Monitoraggio congiunturale aggrega i principali indicatori economici a livello nazionale e cantonale. Questi sono raffigurati in tabella o in figura e accompagnati da un breve testo di approfondimento.

La pubblicazione è aggiornata trimestralmente. Tutte le edizioni sono visualizzabili nella sezione Notiziario statistico (prima edizione: maggio 2009).


Sintesi dell'ultima edizione

L’OCSE, nel suo ultimo bollettino di novembre, commenta in questi termini la congiuntura attuale: “L’économie mondiale est confrontée à des difficultés considérables. La croissance s’est essoufflée, tandis que la forte inflation s’est généralisée à l’ensemble des pays et des produits... leggi tutto et s’avère persistante [...]”. La situazione rispetto a tre o sei mesi fa è nuovamente peggiorata, perché le difficoltà dettate dall’aumento dei prezzi dell’energia, che prima si pensavano provvisorie o peculiari ad alcuni settori o paesi, sono ora date per persistenti e generalizzate. Gli effetti del conflitto in Ucraina e della crisi energetica sono ora più definiti, così come sono più chiari gli scenari futuri; non a caso l’OCSE intitola il suo bollettino: “Faire face à la crise”. Nonostante una lettura simile del contesto attuale e futuro, la Segreteria di Stato dell’economia (Seco) mantiene le proprie previsioni. Nel suo ultimo bollettino il Gruppo di esperti della Confederazione ha infatti confermato un tasso di crescita del 2,0% per il 2022. Rispetto ai bollettini scorsi, questa volta il ritocco al ribasso è stato praticamente nullo, segno che la decelerazione avvertita nel terzo trimestre è stata anticipata meglio. La lettura più difficile rimane quella inerente ai dati del mercato del lavoro. Tanto in Svizzera quanto in Ticino crescono l’occupazione e gli impieghi e dall’altra parte diminuisce la disoccupazione, però oltre a queste tendenze positive si registrano pure un aumento dell’inattività, un ricorso importante alla manodopera straniera e uno squilibrio, in termini di domanda di lavoro, tra i vari comparti economici. In proiezione i sentimenti del gruppo di esperti e quelli emersi dai dati raccolti dalle indagini congiunturali restano più prudenti ed è ormai dato per certo che il 2023 rimarrà nella traccia del rallentamento.


Figure complementari

Nell’articolo Crisi economica o un’ineffabile eco (Dati, 2/2020, p. 43-63) si offre una visione economica di lungo termine prendendo spunto da alcune schede di Monitoraggio congiunturale: contesto economico internazionale e nazionale, impieghi e occupazione, consumi e turismo. Le figure proposte nell’articolo sono sempre aggiornate e pubblicate in questa pagina, congiuntamente all’aggiornamento trimestrale del Monitoraggio congiunturale.


Ustat
Giubiasco
URL breve: www.ti.ch/ustat-schede-congiuntura
Data di pubblicazione: 14.12.2022

Pubblicazione completa
Figure complementari

    Se desideri ordinare pubblicazioni, abbonarti alle collane dell'Ustat o richiedere la modifica dei tuoi dati personali, compila il formulario Richieste di informazioni e abbonamenti.